Preghiera Insieme

Il posto dove la terra è più vicina al cielo....
 
IndiceCalendarioFAQCercaLista utentiGruppiRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 PELLEGRINAGGI E LUOGHI DA RICORDARE

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: PELLEGRINAGGI E LUOGHI DA RICORDARE   Dom Gen 04, 2009 4:39 am

CINQUE GIORNI AD ASSISI


:heart: Uno dei capodanni più ispirati della mia vita!
Il Te Deum del 31 cantato nella Basilica Inferiore di Assisi e la Messa del 1° con il Veni Creator e la lode alla Madonna Madre di Dio in canto gregoriano...mi hanno, ad un certo punto, leggermente sollevato da terra!!!!
Il tempo è stato quasi sempre buono, anche se il freddo era polare, e avevo un po' di famiglia intorno, mio marito, mia madre ottantenne, mia sorella e mio cognato. I figli non c'erano, erano con i "giovani" a far cose da "giovani"!!! Peccato, ma è giusto così.
Abbiamo visitato altri paesi come Bevagna, Spello e Sassovivo che davvero meritano i turisti che hanno.
Abbiamo mangiato 'umbro' a base di salse tartufate e funghi, e soprattutto ...cioccolata calda!
Qualche souvenir per gli amici più cari ad ogni tappa, e tanti, tanti presepi di ogni tipo da fotografare.

Assisi restituisce la pace a chi l'ha persa, Santa Chiara e San Francesco risvegliano la spiritualità sopita e un po' pigra di tanti pellegrini in cerca di fede, di segni e di risposte. E poi Giotto, Cimabue, Simone Martini ecc. che lasciano sempre incantati.
Bevagna medievale, a meno di 10 chilometri, contiene chiese e palazzi straordinari tra cui quello che porta una meridiana dipinta con l'incisione che è diventata la mia frase-guida...(vedi sotto)
Sassovivo in cima ha solo la suggestiva e solitaria abbazia di Santa Croce, ex-benedettina e poi adesso affidata a 5 frati (Piccoli Fratelli di Gesù) della congregazione di Charles de Foucauld, di cui sto leggendo i pensieri e la spiritualità in questi giorni...
Spello è città d'arte e conserva nelle varie chiese dipinti bellissimi di autori famosi, come quello del Pinturicchio a tutta parete nella Basilica di Sant'Andrea...

La preghiera che ho portato con me è quella dell'immaginetta-logo del nuovo anno, presa nella Basilica Inferiore, e che vi ho trascritto nella sezione 'Preghiere' per augurarvi un Santo Sereno Anno Nuovo. :heart:

_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 93
Località : zena

MessaggioOggetto: il più piccolo dei pellegrinaggi   Dom Feb 08, 2009 11:29 pm

questo è il mio pellegrinaggio annuale.
è l'unico, non è sensazionale, ma mi lascia dentro "un qualche cosa" di così intenso che mi basta per sopravvivere da un anno all'altro.
Like a Star @ heaven
In tempi antichi i monti posti in posizione strategica per avvistare navi nemiche o portatrici di epidemie venivano chiamati "guardie".
Questo titolo apparteneva senz'altro anche al monte Figogna, e venne esteso al Santuario eretto sulla vetta. Quest'appellativo è diventato poi simbolo della protezione che Maria offre dal suo Santuario alla sua gente.
Posto sulla sommità del monte Figogna, domina da una parte la Valpolcevera e dall'altra spinge il suo sguardo alla città di Genova, alle riviere di Levante e Ponente, alla Corsica verso Sud, al Cervino e Monte Rosa a Nord.
Like a Star @ heaven
La storia
Benedetto Pareto, durante la bella stagione, sale ogni giorno il pendio del Monte Figogna, che sovrasta Livellato. Lassù fa pascolare le pecore e raccoglie erba . La sua giornata è interrotta solo dal pasto che la moglie gli porta da casa, verso le dieci del mattino.
Un giorno, alla fine di agosto, mentre Benedetto aspetta la moglie, gli si avvicina una Signora, bella e splendente, che si presenta come la Madre di Gesù, lo conforta e gli chiede di costruire una cappella sul monte.
Benedetto esita: "Sono tanto povero, e per fabbricare su questo monte alto e deserto occorreranno così tanti soldi che io dispero di riuscirci".
Ma Maria lo rassicura: "Non avere paura. Sarai molto aiutato". Pieno di entusiasmo Benedetto si precipita a casa per parlare dell'incontro miracoloso alla famiglia. La moglie incredula lo deride: "Finora voi siete stato considerato da tutti un uomo semplice; d'ora in poi sarete ritenuto balordo o matto del tutto": è così convincente da dissuadere il marito da ogni progetto. Il mattino dopo Benedetto sale su un albero di fico, il ramo cede al peso del suo corpo e si spezza.
La caduta lascia conseguenze gravissime, che fanno pensare al peggio. Infermo a letto, Benedetto riceve ancora la visita della Madonna che, rimproverandolo dolcemente, lo invita di nuovo a costruire la cappella, e lo guarisce immediatamente, Superato ogni indugio, Benedetto si mette al lavoro: percorre tutta la valle chiedendo aiuto di braccia e offerte . In poco tempo porta a compimento la cappella.
Like a Star @ heaven
Il Papa Paolo VI ha definito i santuari "le cliniche dello spirito"...
Anche alla Guardia si vogliono offrire occasioni di autentica spiritualità, di "revisione della propria fede" alla luce del Vangelo, possibilità di accogliere il messaggio di Maria a Benedetto Pareto: "Va' e costruisci per me..."
Like a Star @ heaven
Prima apparizione
La primitiva cappella è un edificio molto modesto, a pianta rettangolare, lungo circa metri 3 e largo circa metri 4.
Il pavimento mostra ancora le tracce del vecchio pavimento, la copertura è costituita da un semplice tetto di legno a capanna.
Seconda apparizione
Questo edificio non sorge sulla vetta del monte come gli altri, ma è adagiato sulle sue pendici, nella località "Pareti" di Livellato, dove la tradizione vuole si trovasse l'abitazione di Benedetto Pareto.
La località è raggiungibile prendendo la strada che in località San Bernardo, si stacca dalla strada che da Bolzaneto sale al Santuario.
Già nei secoli passati, utilizzando quanto restava delle pietre che costituivano la casa del Pareto, fu costruita una piccola cappella che contiene una lapide a ricordo degli eventi del 1490. Nel 1902, accanto a questa prima cappella, ne fu costruita un'altra di forma ottogonale.
Il suo interno è stato affrescato nel 1985, con tratti tanto semplici quanto efficaci, dal pittore don Francesco Boccardo. Negli affreschi sono rappresentate scene della vita del Pareto e immagini della storia più recente del Santuario.
La chiesa
La Basilica in stile cinquecente­sco, (lunga 49 m. e larga 26), a croce latina, con tre navate divise da otto archi a tutto sesto, è sormontata da una cupola ottagonale alta 40 m. Sul lato Est, la maestosa torre campanaria (45 m.), ultima­ta nel 1899 su disegno dell’Ing. Guglielmo Calmieri.
Il sentiero delle Beatitudini
Al pellegrino che saliva a piedi al santuario, dopo un'ora e più di cammino partendo dal fondovalle, in prossimità della cappella della Apparizione si presentava il tratto finale, il più ripido e impervio di tutto il percorso.
I nostri avi immaginando che questo ultimo ostacolo fosse stato messo lì apposta per scoraggiare anche il pellegrino più tenace lo chiamarono "sentiero del diavolo".
Oggi il sentiero è stato reso più agevole ed è sembrato opportuno togliere quel riferimento poco consono alla santità del luogo: è stato deciso di chiamarlo "sentiero delle beatitudini" e l'apposizione lungo lo stesso di lastre di pietra con incise le beatitudini evangeliche vuole essere un invito al pellegrino ad avvicinarsi al Santuario abbandonando le logiche di questo mondo per rifarsi invece alle logiche evangeliche.
Le due denominazioni , quella antica di " sentiero del diavolo " e quella più recente di " sentiero delle beatitudini " così estreme l' una all' altra perchè ogni radicale scelta evangelica nello spirito delle Beatitudini scatena comunque la lotta col nemico di Dio e dell' uomo, il Diavolo.
Like a Star @ heaven
E' sempre forte la necessità di costruire e ricostruire santuari nelle coscienze, nelle famiglie, in ogni ambiente di vita.
Si tratta di cercare in ogni ambiente di lavoro, scuola, abitazione, tempo, libero… un piccolo Gruppo di amici, per aiutarsi a vicenda a “costruire o ricostruire sul Vangelo” una fede meno scontata, più matura e coerente, testimoniandola nel proprio ambiente di vita. Ecco che cos’è un “Gruppo della Guardia d’ambiente”.
La Guardia non sarà più solo “un” santuario sul monte, ma “mille santuari” disseminati per Genova, l’Italia o addirittura nel mondo, per mantenere vivo il Vangelo nei condomini, nelle famiglie, nelle frazioni dei paesi, negli ambienti di lavoro e di studio, nelle società sportive e nei gruppi ricreativi ...........
Like a Star @ heaven
"Sotto la tua Guardia
noi ci rifugiamo,
Santa Madre di Dio.
Non respingere
le preghiere
dei tuoi figli
nelle necessità,
ma liberaci
da tutti i pericoli.
O sempre vergine,
gloriosa e benedetta!"

Like a Star @ heaven


Ultima modifica di lillo il Ven Apr 17, 2009 10:45 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 93
Località : zena

MessaggioOggetto: mini pellegrinaggioall'Acquasanta   Sab Mar 21, 2009 1:24 pm

ecco un altro mio "pellegrinaggio", che non mi sovveniva. eppure è un luogo di preghiera molto raccolto, frequentato dal nostro vicariato per i ritiri. con la carenza di sacerdoti e religiosi ora il santuario è retto da padri domenicani, tutti polacchi.
Like a Star @ heaven
come spesso accade quando, a pochi chilometri da genova, ci si trova immersi in una zona boschiva splendida, non si considera il santuario, ma i prati adiacenti per fare le scampagnate primaverili.
Like a Star @ heaven
quando verrete a genova, ne avrò di luoghi di preghiera da farvi visitare!!! non famosi come assisi e pompei, ma la presenza della Vergine si sente, eccome ........! non importa quale effige si veneri, tanto è una sola Exclamation Exclamation Exclamation
Like a Star @ heaven
Acquasanta (Æguasanta in lingua ligure) è una località dell'immediato entroterra del ponente genovese, posta nella valle del torrente omonimo (bacino del Leira) e dista circa 23 Km in direzione WNW dal capoluogo di provincia.
Il suo territorio è amministrativamente diviso tra i comuni di Mele a ovest e Genova ad est seguendo il corso del torrente Acquasanta che, attraversandola, la bagna.
Sebbene la sua posizione geografica sia piuttosto infelice, in quanto situata in una stretta vallata poco soleggiata in inverno e piuttosto umida, la sua storia si perde letteralmente nella notte dei tempi. Infatti già in epoca romana era conosciuta grazie ad una fonte di acqua solforosa. Sulla rupe da cui sgorga la fonte fu costruito, su una sponda a ridosso del greto del torrente, un piccolo tempietto pagano, distrutto da antiche alluvioni; al suo posto fu poi ricostruita una piccola cappella cristiana, in cui si conserva una statua della Madonna.
La frazione sorta intorno a questa fonte si sviluppò nel tempo grazie alla venerazione della Madonna dell'Acquasanta a cui fu dedicato un santuario che, posto sotto la giurisdizione della Pieve di Palmaro, è da sempre meta di pellegrinaggi delle Confraternite di Mele, Arenzano, Crevari, Voltri, Palmaro e Pra', tutte facenti parte dell'antica Pieve.
Like a Star @ heaven
Il santuario è stato costruito tra il 1683 e il 1718, su un progetto iniziale probabilmente opera dell'architetto lombardo Carlo Muttone a cui, sempre a Genova, sono attribuite anche la chiesa di Santa Croce e San Camillo (sita in una traversa di Via XX Settembre) e la chiesa di San Luca (sita nel centro storico). Il santurario è croce latina con una sola navata. Durante i secoli successivi negli interni sono stati aggiunti diversi altari (l'altare maggiore è stato costruito a partire dal 1730 da Francesco Schiaffino e terminato da Carlo Cacciatori, un suo alievo) e cappelle. La facciata, realizzata in base ad un progetto dedi Maurizio Reggio e i due campanili, sono stati completati agli inizi del XX secolo, tra il 1900 e il 1911.[1]
Una Scala Santa composta di trentatré gradini, copia di quella che si dice percorse Gesù Cristo per giungere da Pilato, fu costruita a partire dalla Cappellina in direzione del Santuario.
Ogni anno tra agosto e settembre è uso che le Confraternite ogni domenica, a turno, giungano all'Acquasanta in pellegrinaggio e percorrano la Scala Santa portando in processione le statue dei Cristi e le proprie casse della Madonna. Una volta giunti in cima con la cassa della Madonna i portatori la fanno ballare, alzandola ed abbassandola ritmicamente in segno di festa.
Sul finire del XIX Secolo e nei primi decenni del XX Secolo, oltre che luogo di pellegrinaggio fu meta turistica dei signori dei paesi vicini da Arenzano fino a Sampierdarena, e nell'entroterra fino a Rossiglione, grazie ad un centro termale rinomato.
Due lapidi poste all'interno del Santuario ricordano il matrimonio, il 21 novembre 1832, di Re Ferdinando II di Borbone con Maria Cristina di Savoia.
Sul finire del XX Secolo cominciarono i lavori di ristrutturazione delle terme attualmente in corso.
Like a Star @ heaven
Vergine SS. Madre di Dio e madre nostra amorosissima,
noi ci rifugiamo sotto il manto della Vostra Protezione e
ci abbandoniamo interamente nel seno della Vostra misericordia.
Voi che invocata sotto il titolo di N.S. dell'Acquasanta,
Vi compiacete di spargere l'acqua salutare delle Divine grazie
a beneficio e alla santificazione di chiunque a Voi ricorre
fiducioso e devoto, siate, ve ne preghiamo, o Madre di misericordia,
il nostro aiuto in tutte le necessità,
il nostro sicuro rifugio in ogni pericolo, sì di anima che di corpo,
il nostro dolce conforto nelle pene
e la nostra Avvocata presso l'adorabile Vostro Divin Figlio,
in tutti i giorni della nostra vita e specialmente
nell'ora estrema della nostra morte, affinché,
mediante il Vostro aiuto potente e la Vostra materna protezione
possiamo da questa valle di pianto
passare alla gioia eterna del S. Paradiso.
Così sia.

Like a Star @ heaven Like a Star @ heaven Like a Star @ heaven Like a Star @ heaven Like a Star @ heaven
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 93
Località : zena

MessaggioOggetto: pellegrinaggi   Sab Ago 01, 2009 11:51 am

lol!
vedo, vedo, vedo .............
..... che non avete nessuna intenzione di condividere i vostri pellegrinaggi, che sono certamente meno mini dei miei Exclamation Exclamation Exclamation
lol!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 93
Località : zena

MessaggioOggetto: forza ragazzi!!   Dom Nov 29, 2009 1:59 am

Sleep Sleep Sleep

gli altri non posso sapere, ma almeno alfredooooooo, che ogni anno ne organizza più di uno (e chi vi partecipa ne è sempre entusuasta!) per la parrocchia, potrebbe trovare qualche momento per raccontarceli!!! finirà che lo prenderò a legnate!!!

Sleep Sleep Sleep
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: tre giorni a Medjugorie   Dom Giu 27, 2010 7:45 pm

Il giorno di santa Rita, 22 Maggio 2010, sono partita di nuovo per Medjugorje, meta carissima della mia affannata spiritualità.
Sono stata solo tre giorni con mia figlia, anzi direi che sono andata lì per portare lei! Ed è stato un bene, perché anche lei ha potuto assaporare le dolcezze della Madre Celeste la quale non delude mai quelli che si rivolgono a Lei per essere ascoltati.

Vi racconto solo l'essenziale, cioè quanto per me ha contato questo viaggio verso la Misericordia:
Dopo due ore di attesa in fila per la confessione, stavamo per andare via poiché iniziava la messa e ancora ci sarebbero volute almeno venti persone, cioè un'altra ora. Siamo uscite deluse e dispiaciute dalla fila e ci siamo dirette di corsa verso l'ampio piazzale del Rosario dove erano già tutti seduti per la celebrazione ma ad un tratto un frate francescano ci si è parato davanti a braccia aperte, per impedirci di proseguire, con in una mano la sedia e nell'altra il cartello con su scritto "ITALIANO" ...ci siamo trovate in una frazione di secondo in un'altra fila di sole due persone (che che si sono artatamente infiltrate, altrimenti saremmo state le prime due !!!)) e finalmente dopo pochi minuti ci siamo confessate. Mia figlia piangeva e parlava e il frate sorrideva...il mio cuore gioiva! Mi ha detto solo, alla fine, che non si confessava da dieci anni!!!

Non sapete quanto sia importante per me questo episodio, quanto sia importante per me che mia figlia si sia riconciliata con il Signore, con se stessa e con il mondo circostante.
flower Ringrazio Maria Santissima per questo ennesimo consolante segno della Sua vicinanza ai suoi figli! flower

_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: medjugorje   Mer Dic 01, 2010 2:57 pm

Messaggio da Medjugorje del 25 novembre 2010



"Cari figli, vi guardo e vedo nel vostro cuore la morte senza speranza, l'inquietudine e la fame. Non c'e' preghiera né fiducia in Dio percio' l'Altissimo mi permette di portarvi speranza e gioia. Apritevi. Aprite i vostri cuori alla misericordia di Dio e Lui vi dara' tutto cio' di cui avete bisogno e riempira' i vostri cuori con la pace perche' Lui e' la pace e la vostra speranza. Grazie per aver risposto alla mia chiamata."


PS. Mobilitazione in Italia per la veglia con il Papa, la sera del 27 novembre 2010, all’inizio dell’anno liturgico dell’Avvento (rito romano), tempo di gioiosa attesa della ricorrenza della nascita di Cristo-uomo, il santo Padre Benedetto XVI celebrerà una veglia di preghiera nella Basilica di San Pietro in Vaticano, per intercedere per la vita nascente. Il Papa ha chiesto a tutti i Vescovi di presiedere celebrazioni analoghe coinvolgendo parrocchie, comunità religiose, movimenti e gruppi di preghiera. Tutta la Chiesa è invitata a partecipare con preghiere, adorazioni eucaristiche e rosari. Da parte nostra facciamo tutto il possibile e facciamoci promotori perché gli ambienti spirituali che frequentiamo prendano anch’essi parte a questa veglia unendosi al Santo Padre in questo significativo momento di preghiera, di comunione ecclesiale e di testimonianza a favore della vita e dell’inviolabile dignità di ogni essere umano fin dal suo concepimento.

PS2 Il 27 novembre alle ore 17.30, è anche la ricorrenza della supplica alla Madonna della Medaglia miracolosa, medaglia descritta da Maria Santissima a Santa Caterina Labouré nel 1830 a Parigi in Rue du Bac.


_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 93
Località : zena

MessaggioOggetto: santuari nella "grande" genova   Gio Dic 08, 2011 12:04 pm

flower flower flower
Il santuario della Madonnetta è uno dei più importanti santuari, dedicati alla Vergine, della provincia di Genova.
È denominato anche santuario di Nostra Signora Assunta di Carbonara, poiché è posto sulla sommità dell’omonima “creuza”: salita Carbonara.
È intitolato ad una antica statua in alabastro, raffigurante la Madonna, posta sulla cima dove ora sorge il santuario.
L’edificio religioso fu edificato tra il 1695 e il 1696, ed è contraddistinto da un sagrato ottagonale lastricato a ciottoli bianchi e neri.
Lungo il muro perimetrale si scorge una scultura in marmo di Domenico Parodi, raffigurante La Pietà.
Like a Star @ heaven Like a Star @ heaven Like a Star @ heaven
All’interno del santuario, oltre a meravigliose opere d’arte, quali dipinti e sculture, è in mostra il Presepe, che si può ammirare per tutto l’anno.
Esso rappresenta la vita, arti e mestieri, dello scenario genovese di quel tempo.
flower flower flower
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 93
Località : zena

MessaggioOggetto: enzo di ritorno dalla TERRA SANTA   Sab Set 01, 2012 11:46 pm

bounce bounce bounce
enzo, ora sei obbligato a postare qui il tuo pellegrinaggio, per tutti quelli di noi che non potranno mai farlo!
Wink Wink Wink
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
VINCENZO

avatar

Messaggi : 694
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 37
Località : NAPOLI

MessaggioOggetto: PELLEGRINAGGIO IN TERRA SANTA   Mer Set 05, 2012 11:40 am

PELLEGRINAGGIO IN TERRA SANTA

23 - 30 AGOSTO 2012


La scelta di “incontrare il Signore” per le vie della Palestina non è una delle tante occasioni di viaggio turistico, è un personale cammino di “ricerca di Cristo” per le vie del territorio da lui calpestato, nei luoghi in cui lui è vissuto, dove tutto, anche le pietre riemerse attraverso gli scavi archeologici, parla di Lui ed ha riferimento ai documenti che la Chiesa considera autentici: i Vangeli, gli Atti degli Apostoli, le Lettere apostoliche e il Magistero della Chiesa sulla persona di Cristo. A me è apparsa come una vera e propria “chiamata del Signore” per una esperienza spirituale unica. È stato, anzi è, il pellegrinaggio per eccellenza. In me l’interesse è sorto e si è fatto strada gradualmente mentre, durante gli anni che frequentavo la facoltà teologica, studiavo, approfondivo e pregavo sui vari testi evangelici e sui vari commenti che mi aiutavano lentamente ad approfondire il pensiero di Dio, a entrare nel messaggio evangelico, a incontrare il cuore di Dio che è Amore, che è Misericordia, che è Perdono, che è Dono gratuito; e questo Amore mi ha coinvolto tanto da sentire il bisogno di andare oltre, di conoscere ancora di più e sempre meglio chi è questo Dio che si è manifestato al mondo attraverso Gesù Cristo, e un modo di approfondirne la conoscenza è anche quello della visita ai luoghi in cui Lui è vissuto. Nei luoghi segnati dalla presenza e dalla vita di Gesù ho tentato di incontrarLo, partecipando al pellegrinaggio organizzato dalla pastorale giovanile della diocesi di Pozzuoli dal 23 al 30 agosto 2012; ho incontrato il Cristo storico nei vari luoghi segnati dalla presenza, dalla predicazione, dai miracoli, dagli atteggiamenti di attenzione e di misericordia nei riguardi dell’uomo sofferente, dalla incomprensione, dal tradimento, dalla condanna, dalla flagellazione, dalla passione morte e risurrezione, dalla ascensione e dalla discesa dello Spirito Santo; ho incontrato Maria SS. nei suoi gesti essenziali e fondanti a Nazareth, a Betlemme, mentre è in fuga per l’Egitto con il Bambino e Giuseppe, a Cana di Galilea, per le vie della Palestina al seguito di Gesù, ai piedi della croce sul Calvario; ho incontrato il Cristo, sofferente oggi più che mai, in un paese in cui tanto la gente soffre per la guerra, per le divisioni, per le incomprensioni, per la carenza di lavoro, per le resistenze politiche, sociali, religiose, culturali, un paese che avrebbe bisogno di maggiore attenzione da parte della Comunità internazionale per difendere la dignità della persona umana e i diritti fondamentali dell’uomo; ho incontrato Cristo nel volto dei volontari e dei frati francescani, che operano instancabilmente da otto secoli circa per conservare viva la memoria del Cristo in questo territorio, che da sempre è stato luogo di guerra, di divisioni, di invasioni e soprusi, di lotte sanguinose; francescani dal cuore autentico, capaci di accogliere tutti: cristiani, ebrei e mussulmani, di essere amici di tutti, uomini del servizio umile, della fraternità universale e del dono gratuito; ho visitato luoghi che chiedono aiuto e sostegno di ogni genere, economico e non solo, nelle difficoltà della loro vita quotidiana.
L’iter seguito nel pellegrinaggio
Nazareth, come prima tappa importante: la grotta dell’Annunciazione, la vita familiare di Gesù fino all’età di trentanni e i dintorni segnati dalla predicazione di Gesù: il monte delle Beatitudini, Cafarnao: la casa di Pietro e l’antica sinagoga, il lago di Tiberiade, la traversata del lago, il fiume Giordano con il rinnovo delle promesse battesimali, Cana di Galilea: il ricordo del primo miracolo di Gesù secondo il Vangelo di Giovanni. In ogni luogo la riflessione sui relativi brani evangelici.
La valle del Giordano, il deserto di Giuda. Gerico, Qumran con visita agli scavi, il Mar Morto.
Betlemme la grotta della Natività, la grotta dei pastori, la Chiesa di santa Caterina, la processione alla grotta della Natività con i francescani, poi la visita a i relativi santuari della Visitazione e di san Giovanni Battista.
Gerusalemme La chiesa dell’Ascensione, la Chiesa del Pater Noster, il panorama della città, la Basilica dell’Agonia, il Getsemani, la tomba della Madonna. La piscina probatica, la chiesa della Condanna, la Flagellazione, la Via Crucis per la Via Dolorosa (durante la quale i non cristiani sono pronti a disturbarti in tutto e per tutto: dall’alzarti il volume della radio fino allo sputarti addossi); il quartiere armeno, il Santo Cenacolo, la Basilica della Dormitio Mariae, il quartiere ebraico e il Muro del Pianto. Il luogo di maggiore attrazione, oggetto di ripetute visite: il Calvario e l’ingresso solenne al Santo Sepolcro (esperienza spirituale più forte ed intensa della mia vita; non ci saranno mai parole per poter descrivere l’intensità della visita al Santo Sepolcro). L’esperienza di ogni partecipante è stata personalissima, anche l’esperienza di gruppo è stata unica ed irrepetibile, come unica ed irrepetibile è l’esperienza di vita di ciascuno di noi. E Cristo entra nei nostri cuori rispettando le nostre caratteristiche di personalità, le nostre esperienze ed il nostro personale modo di essere.
“La grazia dei luoghi”, segnati dalla presenza del Salvatore, è veramente frutto della grazia di Dio. Il ritmo intenso delle visite e delle peregrinazioni, comunque, non sempre permette di introitare pienamente il messaggio che da ogni luogo promana; resta forte, comunque, nel cuore di ciascuno l’immagine del luogo e del passaggio del Signore Gesù con il suo carico di sofferenza, di dolore, di dono totale, di attenzione e di misericordia, ed è immagine che incide e penetra nel profondo del cuore di chi ne fa l’esperienza. A chi si rende disponibile, l’esperienza viva del Cristo presente in quei luoghi ha il potere di cambiare il cuore, di “convertire”, di rendere innamorati dell’Amore che si è donato totalmente per amore nostro, attuando il Progetto del Padre che, attraverso il Figlio, ha voluto che si realizzasse la salvezza dell’umanità. A conclusione del pellegrinaggio possiamo dire a gran voce: Rendiamo grazie a Dio, che fa cose grandi in noi!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com/index.htm
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 93
Località : zena

MessaggioOggetto: l'emozione parte anche da una semplice lettura   Mer Set 05, 2012 12:40 pm

Smile grazie enzo Exclamation Exclamation Exclamation
spero che tu possa scrivere ancora, nonostante sia chiaro che le emozioni personali sono del tutto indescrivibili, però ...........
io non saprei farlo, ma tu che sei giovane nell'era telematica, probabilmente potrai inserire nel bucum (bene nelle mails, ma qui molto meglio!!!) le foto che sicuramente avrai scattato, possibilmente un poco nell'ordine in cui hai descritto le visite ai luoghi sacri.
per gli anziani che, come me, non possono muoversi mai, sarebbero sicuramente molto più emozionanti dei servizi che si possono vedere alla televisione.
chissà se un giorno penserai di realizzare tu il mio "sogno nel cassetto" (che tale rimarrà) e recarti a piedi a San Jacopo de Compostela Question
grazie, grazie e ancora grazie Smile Smile Smile
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
VINCENZO

avatar

Messaggi : 694
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 37
Località : NAPOLI

MessaggioOggetto: cammino santiago   Sab Set 08, 2012 1:58 pm

Un giorno di questi vi invierò le foto del mio pellegrinaggio in Terra Santa (penso di inviarle tramite email), e comunque il cammino di Santiago è sogno nel cassetto anche per me, che spero di realizzare (e quindi che non resti sogno). Un saluto a tutti.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com/index.htm
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 93
Località : zena

MessaggioOggetto: Monte Figogna   Sab Giu 08, 2013 3:44 pm

Sad Sad Sad

quello della Madonna della Guardia è piccolo ed anche il pellegrinaggio, pur se fatto a piedi, è una minuscola cosa al confronto dei grandi Santuari Mariani che richiamano milioni di fedeli.

per me sarebbe già buona cosa! eppure oggi, che la parrocchia vi si reca per il ringraziamento a chiusura dell'anno pastorale (secondo anno con Padre Michele), sono qui ad accompagnare col pensiero i bambini con le vestine bianche che lassù incontreranno per la seconda volta Gesù.
che la Santa Vergine li protegga!

tre anni fa non sono potuta andare neppure per l'ultima programmazione con Padre Giacomo, che stavo poco bene.
l'anno scorso lui era in ospedale io qui a casa e ci siamo accontentati di dirci al telefono quanto eravamo dispiaciuti.
e dopo 20 giorni lui è volato via.

spero tanto che anche questo piccolo "cammino" non mi rimanga un sogno come quello di Compostela Exclamation Exclamation Exclamation

Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 93
Località : zena

MessaggioOggetto: 4 parrocchie, di cui due santuari nella delegazione di cornigliano.   Dom Giu 14, 2015 8:30 pm

Like a Star @ heaven sunny Like a Star @ heaven

nel quartiere di campi il santuario è intitolato alla Madonna di Lourdes ed a Santa Bernadette.

nella chiesa c'è una bella ricostruzione della grotta.

quest'anno la Madonna Pellegrina vi ha sostato un giorno intero, prima della processione verso la parrocchia dei SS. Andrea e Ambrogio.

per me niente processione, ma ho potuto partecipare alla celebrazione presieduta dal Card. Bagnasco.

sunny Like a Star @ heaven sunny


Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 93
Località : zena

MessaggioOggetto: cattedrale di bangui alle 17,10 ora italiana   Dom Nov 29, 2015 7:23 pm

sunny commuove vedere il Santo Padre che, in anticipo sul Giubileo straordinario della Misericordia, apre la Porta Santa nel centro dell'africa, nella cattedrale intitolata alla Madonna di Fatima.sunny

Like a Star @ heaven preghiamo il Signore che ci faccia percorrere il cammino della giustizia. Like a Star @ heaven
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: PELLEGRINAGGI E LUOGHI DA RICORDARE   

Tornare in alto Andare in basso
 
PELLEGRINAGGI E LUOGHI DA RICORDARE
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» I LUOGHI NEI TAROCCHI
» Luoghi di raggruppamento Raee per più distributori
» trasporto conto proprio sfalci erba e ramaglie
» TORMALINA NERA
» CONSERVAZIONE REGISTRO C/S: IMPIANTO DI PRODUZIONE E SITO DI PRODUZIONE

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Preghiera Insieme :: CIELO :: pellegrinaggi e luoghi sacri-
Andare verso: