Preghiera Insieme

Il posto dove la terra è più vicina al cielo....
 
IndiceCalendarioFAQCercaLista utentiGruppiRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 MEDITAZIONI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente
AutoreMessaggio
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: da Alfredo dicembre 2010   Dom Dic 19, 2010 12:49 pm

Preghiamo per tutte le nostre intenzioni e per i nostri 18 ragazzi che oggi nella nostra parrocchia riceveranno la S.Cresima




Vieni, Signore, re di giustizia e di pace.



Io che ho un nome, una storia,sono invitato a prendere in mano la mia vita per vedere che cosa ha bisogno di essere toccato e trasformato dall'amore di Dio. Giovanni Battista ci dice che è giunto il momento di essere cristiani e credenti maturi, responsabili, coerenti.



( Andrea Rinaldi)
Like a Star @ heaven Alfredo Like a Star @ heaven


_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: da alberto dicembre 2010   Dom Dic 19, 2010 12:51 pm

Nel nome del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo. Amen.

O Maria, Madre del Verbo Incarnato e Madre Mia Dolcissima, sono qui ai Tuoi piedi mentre sorge un nuovo giorno: un altro grande dono del Signore! Depongo nelle Tue Mani e nel Tuo Cuore tutto il mio essere. Sarò Tuo nella volontà, nel pensiero, nel cuore, nel corpo.
Tu forma in me con Materna bontà in questo giorno una vita nuova, la Vita del Tuo Gesù.
Previeni e accompagna, o Regina del Cielo, anche le mie più piccole azioni, con la Tua ispirazione Materna, affinchè ogni cosa sia pura e accetta al momento del Sacrificio Santo e immacolato.
Rendimi Santo, o Madre Buona, Santo come Gesù ci ha comandato, come il Tuo Cuore ci chiede e ardentemente desidera. Così sia.

Don Agostino Mangiavacchi

Con l'avvicinarsi della festa dell'Immacolata Concezione, l'8 Dicembre, mi è piaciuto proporre la preghiera di questo sacerdote, semplice e devota, col pensiero ai miei genitori che avevano scelto questo giorno per sposarsi.

Buona Domenica a tutti

Like a Star @ heaven Alberto Like a Star @ heaven

_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: da marcella dicembre 2010    Dom Dic 19, 2010 12:52 pm

In nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo Amen

Salmo 71
La terra abbondi di grano
Dio che sei e che eri, e sarai,
per te la terra continua a fiorire e a sperare;
per te fiorisce anche il diritto e la giustizia:
e cioè il tuo Figlio continui a venire,
il suo nome sorpassi ogni tempo
e risplenda più a lungo del sole.
Amen


Like a Star @ heaven Marcella Like a Star @ heaven

_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: da anna dicembre 2010   Dom Dic 19, 2010 12:54 pm

NEL NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO. AMEN


"Preparate le vie del Signore, raddrizzate i suoi sentieri! Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!


Signore Gesù, ancora oggi, Giovanni il Battista grida nel deserto, sebbene le nostre città e strade siano piene

di rumori e attrazioni da vedere e scoprire. Fà che in questo tempo di avvento ciascun uomo impari ad ascoltare

i problemi e i bisogni del prossimo, preparando così la vera strada verso la venuta del Signore Gesù
. (L.B.)





Like a Star @ heaven Anna Like a Star @ heaven

_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: da giovanni dicembre 2010   Dom Dic 19, 2010 12:55 pm

« Egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco (Mt 3,11)».
Dal punto di vista linguistico il significato letterale della parola greca utilizzata per lo Spirito, pnèuma, ‘soffio’, aiuta a comprendere meglio l’immagine escatologica della trebbiatura del grano: è il vento che, soffiando, separa la pula dal grano ed è il fuoco che la brucia. Vento e fuoco non sono gli elementi terribili di un Giudizio implacabile: il vento è dannoso solo se si è pula leggera, che viene portata via; il fuoco è dannoso solo se si è pula da bruciare.
Chi già brucia d’Amore nel fuoco che ha acceso Gesù (Lc 12,49) non ha nulla da temere.

Like a Star @ heaven Giovanni Like a Star @ heaven

Buona Domenica e Buona Preghiera


_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: da giovanni dicembre 2010   Dom Dic 19, 2010 1:10 pm

Perché dunque gli scribi dicono che prima deve venire Elia? (Mt 17,10)".

I discepoli a ragione sono perplessi. Il Messia è già venuto ed Elia non ha assolto il ruolo di precursore (Ml 3, 23-24). Poco prima infatti Pietro ha confessato, a nome dei discepoli, che Gesù è 'il Figlio di Dio vivente (16,16)'. Poi lo hanno visto nella sua gloria alla Trasfigurazione. E dunque? Gesù li rassicura che Elia è venuto nella persona di Giovanni Battista, ma non è stato riconosciuto.

Like a Star @ heaven Giovanni Like a Star @ heaven

Buon fine settimana e buona Preghiera

_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: da giovanni dicembre 2010   Dom Dic 19, 2010 1:11 pm

«Il più piccolo nel regno dei cieli è più grande di lui (Mt 11,11)».

La contrapposizione con il più piccolo può diminuire il Battista, ma così non è. Infatti poniamoci la domanda: chi è il più piccolo nel Regno? Chi del Regno si è fatto il più piccolo, assumendo la forma di schiavo, volendo servire tutti fino alla morte di Croce (Fil 2,6-11)? La risposta è evidente: è il figlio di Dio, nato da Donna (Gal 4,4). E sono piccoli quanti, proprio come Giovanni, si lasceranno assimilare a lui nella piccolezza del Regno, che è umiltà e rinuncia. Chi osserva la santa Legge di Dio, è grande nel Regno (Mt 5,19); chi si lascia docilmente rendere come un bambino, è il più grande nel Regno dei cieli (Mt 18,4). Ma il centro è Gesù. Tutto deriva dal Padre mediante lui, che dona lo Spirito. Tutto torna al Padre mediante lui, con il dono dello Spirito.

Like a Star @ heaven Giovanni Like a Star @ heaven

Buona Domenica e Buona Preghiera

_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: da pierina dicembre 2010   Dom Dic 19, 2010 1:15 pm

“” Sei tu colui che deve venire o dobbiamo aspettare un altro?”””


Certo, di fronte ai tanti problemi e ai dolori che la vita ci riserva, a volte ci viene da dubitare e ci chiediamo se davvero questo Natale ci porterà la gioia o se dobbiamo aspettarne un altro.



Ma l’avvento è attesa, anticipo e promessa di un futuro in cui, come dice bene Alberto, forse ci basta anche una splendida giornata di sole, per capire che il Natale sarà comunque un Natale di gioia.



Buona domenica
Like a Star @ heaven Pierina Like a Star @ heaven


_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: da giovanni dicembre 2010   Dom Dic 19, 2010 1:21 pm

«(A Giuseppe) gli apparve in sogno un Angelo del Signore (Mt 1,20)».

L'Angelo del Signore è una metafora che vela discretamente la stessa presenza divina. E' anzi una Teofania preceduta dalla formula del prodigio: Ecco. Il sogno non va inteso come una favola. E' una formula precisa che non ammette confusione. In Num 12,6 il Signore avverte:"Ascoltate le mie parole! Se ci sarà un vostro profeta, io, il Signore, in visione a lui mi rivelerò, in sogno parlerò con lui".

Buon fine settimana e buona preghiera.

Like a Star @ heaven Giovanni Like a Star @ heaven

_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: da Alfredo dicembre 2010   Dom Dic 19, 2010 1:23 pm




Preghiamo per tutte le nostre intenzioni .




Ecco, viene il Signore, re della gloria.



lo Spirito , che ha riempito il grembo di Maria,si effonda anche su di noi, perché cresca in tutti i battezzatila la consapevolezza della straordinaria importanza dell' evento dell' incarnazione. Esso infatti, è da ritenersi, in ogni tempo, l'evento decisivo per la salvezza dell' umanità.

( Guido Verdicchio)



Nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo





Buona settimana.
Like a Star @ heaven Alfredo Like a Star @ heaven

_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: da giovanni dicembre 2010   Dom Dic 19, 2010 1:24 pm

«Giuseppe, suo sposo, che era giusto ... (Mt 1,19)».

E' molto riduttivo interpretare 'giusto' come pio o gentile; né si tratta di giusto osservante della legge che gli imponeva di rimandare la sua sposa sottoponendola alla pubblica ignominia; né di quella giustizia che è bontà, la quale, per non nuocere Maria, la cui colpevolezza non era provata né provabile, gli avrebbe suggerito di rimandarla in segreto. E' da ritenere che egli fosse al corrente di quello che era avvenuto; non c'è ragione per cui Maria, sua fidanzata, non dovesse informarlo di tutto. La giustizia di Giuseppe consiste nell'essere 'giusto' ciò che Dio vuole che egli sia. Giuseppe, dopo l'intervento soprannaturale, ritiene di non essere più al suo posto e ciò lo spinge a trarsi in disparte. L'annuncio dell'Angelo lo rassicurerà e gli assegnerà il posto e il ruolo che dovrà assumere nel disegno di salvezza.

Like a Star @ heaven Giovanni Like a Star @ heaven

Buona Domenica e Buona Preghiera

_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: da pierina dicembre 2010   Dom Dic 19, 2010 1:24 pm

Siamo ormai alla vigilia di Natale e se penso a quel Natale in cui Gesù è nato “al freddo e al gelo” non posso dimenticare tutte quelle persone che ancora oggi vivono ma soprattutto muoiono al freddo e al gelo.



E’ una cosa che mi rattrista tantissimo e, non potendo fare al momento niente di concreto, oggi dedicherò il mio Rosario a loro affinché questa morsa di gelo che ci attanaglia si sciolga in un tepore concreto fatto anche di speranza in un futuro migliore.



Un caro abbraccio nel Signore.
Like a Star @ heaven Pierina Like a Star @ heaven




_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
VINCENZO

avatar

Messaggi : 694
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 37
Località : NAPOLI

MessaggioOggetto: AUGURI DI BUON NATALE   Sab Dic 25, 2010 4:05 am

Se consideriamo la liturgia del Natale della Chiesa, essa ci appare come un tessuto prezioso composto di molteplici fili: i fili dell’Antico Testamento, principalmente dei Salmi e dei profeti, quelli delle lettere di Paolo ed infine le diverse tonalità di tre evangelisti; Matteo, Luca e Giovanni, formano la vera bitonalità natalizia da cui è costituita la fede nel natale della Chiesa. Se non si tiene conto di ciò, si distrugge l’autentico mistero del Natale.
Luca, che fa risalire la sua tradizione alle cose sulle quali Maria ha riflettuto e che ha serbato in sé nella contemplazione del mistero di Dio, nel suo racconto ci fa conoscere la partecipazione umana e il fervore materno con cui la madre del Signore ha vissuto gli eventi della Notte Santa.
Giovanni non prende in considerazione i particolare umani del racconto per far giungere invece lo sguardo fino agli abissi dell’eternità, per farci riconoscere i veri ordini di grandezza dell’evento: la parola si è fatta carne e dalla sua pienezza noi tutti abbiamo ricevuto grazia su grazia. Per questo i Concili della Chiesa delle origini si sono sforzati di esprimere con le parole questa cosa grande, inattesa e sempre inconcepibile e indicibile: nel tempo il figlio eterno di Dio è diventato figlio di Maria. Colui che è generato dal Padre nell’eternità è diventato uomo nella storia grazie a Maria. Il vero figlio di Dio è figlio vero dell’uomo.
Oggi nella cristianità questi dogmi non contano più molto. Ci sembrano troppo grandi e troppo remoti per poter influenzare la nostra vita. E ignorarli o non prenderli troppo in considerazione, facendo del figlio di Dio più o meno il suo rappresentante, sembra essere quasi una specie di “trasgressione perdonabile” per i cristiani.
Si adduce il pretesto che tutti questi concetti sono talmente lontani da noi che non riusciremmo mai a tradurli a parole in modo convincente e in fondo neppure a comprenderli. Inoltre ci siamo fatti un’idea tale della tolleranza e del pluralismo, che credere che la verità si sia effettivamente manifestata sembra essere nientemeno che una violazione della tolleranza.
Però, se pensiamo in questo modo, cancelliamo la verità, facciamo dell’uomo un essere a cui è definitivamente precluso il vero e costringiamo noi stessi ed il mondo ad aderire ad un vuote relativismo.
Non riconosciamo quello che di salvifico c’è nel Natale, che esso cioè dà la luce, che si è manifestata e si è rivelata a noi la via, che è veramente via perché è la verità.
Se non riconosciamo che Dio si è fatto uomo non possiamo veramente festeggiare e custodire nel nostro cuore il Natale, con la sua gioia grande che si irradia oltre noi stessi. Se questo fatto viene ignorato, molte cose possono funzionare anche a lungo, ma in realtà la Chiesa comincia a spegnersi a partire dal suo cuore. E finirà per essere disprezzata e calpestata dagli uomini, proprio nel momento in cui crederà di essere diventata per essi accettabile.
La parola si è fatta carne. Accanto a questa verità presentataci da Giovanni, deve però esserci anche la verità di Maria, che ci è stata rivelata da Luca. Dio si è fatto carne. Questo non è soltanto un evento incommensurabilmente grande e lontano da noi, è qualcosa di molto umano e a noi molto vicino: Dio si è fatto bambino, un bambino che ha bisogno di una madre. È diventato un bambino, una creatura che entra nel mondo piangendo, la cui prima voce è uno strillo che chiede aiuto, il cui primo gesto è rappresentato dalle mani tese in cerca di sicurezza. Dio è diventato un bambino. D’altra parte sentiamo anche dire che queste cose non sono che sentimentalismo, che sarebbe meglio lasciare da parte. Ma il nuovo testamento ha altre idee al riguardo. Per la fede della Bibbia e della Chiesa è importante che Dio abbia voluto essere una simile creatura, dipendente dalla madre, dipendente dall’amore soccorrevole dell’uomo. Dio ha voluto essere una creatura che dipenda dagli uomini, per suscitare in noi l’amore che ci purifica e ci salva. Dio è diventato un bambino, e il bambino è una creatura che dipende dagli altri. Così nell’essere bambino c’è già il tema della ricerca d’asilo, un teme fondamentale del Natale. E quante variazione ha visto questo teme nella storia! Oggi ne sperimentiamo una molto angosciosa: il bambino bussa alle porte del nostro mondo. A ragione deploriamo di continuo il fatto che l’ambiente in cui viviamo sia diventato ostile ai bambini, che rifiuti al bambino lo spazio interiore ed esteriore in cui questi potrebbe realizzare ola propria esistenza nella libertà e nella gioia.
Il bambino bussa. Questa ricerca d’asilo va ancora più in profondità. Non esiste soltanto l’ambiente ostile ai bambini, prima di questo c’è anche il fatto che al bambino è chiusa la porta attraverso la quale potrebbe accedere a questo mondo, che si dice non abbia più posto per lui. Il bambino è visto come una specie di pericolo o come incidente da evitare. L’arte di chiudergli la porta in faccia è considerata un portato dell’Illuminismo e di una mentalità libera da pregiudizi. Spesso calpestare la vita che più di tutte è indifesa, quella che ancora non è nata, sembra non essere neppure più una trasgressione veniale, ma soltanto un parametro dell’emancipazione. Nel modo di pensare di questo nostro tempo – ma, se siamo sinceri, in segreto anche nel nostro modo di pensare – il bambino appare come colui che fa concorrenza alla nostra libertà, come colui che fa concorrenza al nostro futuro, che ci porta via il posto. Riempiamo lo spazio della nostra vita di oggetti e prodotti e non riusciamo mai ad averne abbastanza di cose che programmiamo e poi possiamo anche buttare via. Tutt’al più abbiamo posto per un animale che si adatti ai nostri capricci. Ma non abbiamo posto per una nuova libertà, per una nuova volontà che entra nella nostra vita e che non possiamo programmare e governare: per noi sarebbe troppo gravoso. Vogliamo soltanto ciò che si può programmare, il prodotto, le cose che siamo in grado di fare e poi possiamo anche buttare via.
Il bambino bussa. Se lo accogliessimo, dovremmo rivedere radicalmente il nostro rapporto con la vita, dovremmo essere disposti a non approfittare di essa soltanto a nostro vantaggio, dovremmo smettere di ritenerla soltanto un’opportunità a ricavare qualcosa da ciò che le circostanze ci offrono. Dovremmo invece viverla come un dono per gli altri. Dovremmo imparare a vedere nel bambino, nella nuova libertà di un altro essere umano che nasce alla vita, non la distruzione della nostra libertà ma un’occasione che le viene offerta, non il concorrente che ci toglie il futuro e lo spazio vitale ma la forza creativa che dà la propria impronta al futuro e lo porta in sé. Possiamo dire di avere a che fare con qualcosa di molto profondo. A seconda del modo in cui in ultima analisi intendiamo l’essere uomini: se dal punto di vista di un terribile egoismo che si sente perennemente minacciato, oppure da quello di una libertà fiduciosa che accoglie e sa accogliere un’altra libertà, perché sa che in fondo l’uomo è sorretto da Dio ed è pertanto chiamato alla comunione dell’amore e della libertà del vivere insieme.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com/index.htm
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: da giovanni gennaio 2011   Dom Gen 09, 2011 7:24 pm

«Spezzò i pani e li diede ai discepoli perché li distribuissero (Mc 6,42)».

Il Pane spezzato da Gesù è insieme la sua Parola, il cibo dell'esistenza quotidiana e il Cibo della Vita eterna. E' quello che chiediamo in definitiva nel "Padre Nostro", il grande miracolo che sostiene la nostra esistenza, il segno tangibile che il Signore ci ha lasciato.
Ed è l'unico miracolo che la Chiesa opera per tutte le generazioni nei secoli.

Like a Star @ heaven Giovanni Like a Star @ heaven

Buona Preghiera e buona giornata di fine settimana.

_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: da giovanni gennaio 2011   Dom Gen 09, 2011 7:26 pm

'L'Epifania tutte le feste porta via'.
Affermazione popolare che liturgicamente non ha nessun valore.
L'amico Tommaso Federici invece soleva dire 'L'Epifania a tutte le feste apre la via!'.

Infatti il giorno dell'Epifania il Celebrante dall'ambone ha dato l'annuncio della Pasqua e delle conseguenti festività ad essa legate: la data delle Ceneri, e poi dell'inizio della Quaresima, dell'Ascensione, della Pentecoste e infine della prima Domenica di Avvento.

Nella pericope di Matteo del Battesimo mi piace evidenziare 2 aspetti.
Il primo è che finalmente la nuova traduzione CEI ha fatto giustizia del terribile 'prediletto' che non trova corrispondenza nella versione greca, dove è riportato 'o agapatòs', il diletto o l'amato.
Il secondo è quello che più volte ho cercato di far intendere riguardo alla 'Giustizia divina'. "Conviene che adempiamo ogni giustizia (v.15)". La Giustizia divina è l'intervento misericordioso, soccorrevole, spontaneo, gratuito di Dio per tutto il popolo, attraverso la Croce e la Gloria.
E noi, ogni volta che troviamo nella bibbia questa parola, associamola a questa esegesi che, nella stragrande maggioranza dei casi, è quella appropriata.

Buona Domenica e Buona Memoria del nostro battesimo.

Like a Star @ heaven Giovanni Like a Star @ heaven

_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: da alberto 2011   Dom Gen 09, 2011 7:30 pm

Dal foglietto della Messa in: Prega con il Vangelo



I Magi
I Magi, secondo un certo buon senso umano, credevano di dover cercare in una città reale un sovrano che era nato e che era stato loro rivelato dall'apparizione della stella, Ma Colui che aveva assunto la condizione di schiavo e non era venuto per giudicare, bensì per essere giudicato, scelse Betlémme per la sua nascita e Gerusalemme per la sua passione e morte.

(Leone Magno, Sermone per l'Epifania)



Molto mi è piaciuto il riferimento che il nostro Parroco ha fatto nell'omelia sulla visione dei Magi di tornare al proprio paese "per un'altra strada" invitandoci, come i Magi, ad abbandonare la via fatta finora, per ritornare sui nostri passi percorrendo una diversa strada, cambiando le nostre abitudini per ritrovare un nuovo percorso più consono alle esigenze di una vita pulita e serena e abbandonare i seducenti richiami del vivere di oggi.



Buona Epifania del Signore



Like a Star @ heaven Alberto Like a Star @ heaven


_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: anna aprile 2011   Dom Apr 10, 2011 2:03 pm

"Io sono la risurrezione e la vita, dice il Signore, chi crede in me non morirà in eterno"



Dagli scritti di Don Tonino Bello

"Cari amici, come vorrei che il mio augurio, invece che giungervi con le formule consumate del vocabolario di circostanza, vi arrivasse con una stretta di mano, con uno sguardo profondo, con un sorriso senza parole! Come vorrei togliervi dall'anima, quasi dall'imboccatura di un sepolcro, il macigno che ostruisce la vostra libertà, che non dà spiragli alla vostra letizia, che blocca la vostra pace! Posso dirvi però una parola. Sillabandola con lentezza per farvi capire di quanto amore intendo caricarla <>!
La risurrezione di Gesù Cristo, nostro indistruttibile amore, è il paradigma dei nostri destini. La Risurrezione. Non la distruzione. Non la catastrofe. Non l'olocausto planetario. Non la fine. Non il precipitare nel nulla.
Coraggio, fratelli che siete avviliti, stanchi, sottomessi ai potenti che abusano di voi. Coraggio, disoccupati. Coraggio, giovani senza prospettive, amici che la vita ha costretto ad accorciare sogni a lungo cullati. Coraggio, gente solitaria, turba dolente e senza volto. Coraggio, fratelli che il peccato ha intristito, che la debolezza ha infangato, che la povetà morale ha avvilito.
Il Signore è Risorto proprio per dirvi che di fronte a chi decide di "amare", non c'è morte che tenga, non c'è tomba che chiuda, non c'è macigno sepolcrale che non rotoli via. Auguri. La luce e la speranza allarghino le feritoie della vostra prigione.

Vostro don Tonino, vescovo

Like a Star @ heaven anna Like a Star @ heaven


_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: loredana aprile 2011   Dom Apr 10, 2011 2:05 pm

Vangelo Gv 11,1-45 Chi crede in me,anche se muore,vivrà.

I progressi della scienza e della medicina, potranno migliorare ulteriormente le condizioni di vita e anche protrarre più a lungo l'esistenza, ma non saranno mai in grado di vincere la morte.Questa è vinta soltanto da Cristo e, in lui e con lui anche da ciascuno di noi la nostra fede più piccola di un granello di senape, fa fatica a credere, la ragione vorrebbe sondare il mistero di Dio, e d'altronde sarebbe contro natura per noi non voler esorcizzare il dolore e la morte, ma da credenti, la paura può essere superata dalla speranza.
E' un controsenso quindi per il cristiano essere triste e disperato.

Signore Gesù accresci la nostra fede e guarda con misericordia alle nostre debolezze.


Like a Star @ heaven loredana Like a Star @ heaven

_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: marcella apriile 2011   Dom Apr 10, 2011 2:07 pm

In nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo Amen

Essere tristi è segno di te, o Signore,
un segno che ci manchi;
e noi neppure lo sappiamo;
la mancanza di gioia
è segno della tua assenza;
uomini o chiese senza gioia
sono uomini e chiese senza di te, Signore;
Dio, fonte della gioia,
guida i nostri passi sulla tua via,
perchè possiamo giungere dove tu ci attendi,
e là finalmente cantare
solo canti di gioia.
Amen,
DMT

Nostro Signore pianse Lazzaro.
Con le sue lacrime volle manifestare
il suo amore...Così mostrate voi pure
in questi giorni la vostra tristezza.
Anche Maria, sua madre, fu addolorata;
ma si rallegrò per la risurrezione.
Chiunque in questi giorni partecipa ai dolori
che celebriamo, si rallegrerà un giorno
con Cristo nella corte del cielo

(Isacco di Antiochia, Carme sul digiuno)

Like a Star @ heaven marcella Like a Star @ heaven

_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: sergio aprile 2011   Dom Apr 10, 2011 2:08 pm

Ez 37,12-14Farò entrare in voi il mio spirito e rivivrete.

Like a Star @ heaven sergio Like a Star @ heaven

_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: pierina aprile 2011   Dom Apr 10, 2011 2:09 pm

“”Se nei nostri corpi mortali lasceremo abitare lo Spirito che ha risuscitato Cristo, sentiremo il grido di Gesù: vieni fuori! Esci dal baratro del nulla, dall’angoscia, dalla paura di non farcela. Vieni fuori dal timore delle malattie, dalla tomba della depressione e della solitudine, perché non sei solo … vieni fuori dall’egoismo che uccide più della morte, vieni fuori dal branco e ritrova la preziosa unicità ….””


Like a Star @ heaven pierina Like a Star @ heaven


_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: alberto aprile 2011   Dom Apr 10, 2011 2:12 pm

PER LA FAMIGLIA

Il Dio della pace benedica e custodisca la nostra famiglia. Ci renda capaci di fare la sua volontà in tutte le nostre azioni e accresca in noi ciò che gli è gradito.
Ave Maria, perchè, con Giuseppe tuo sposo, siete l'esempio della buona famiglia che sa accettare le dure prove della vita.


Like a Star @ heaven alberto Like a Star @ heaven

_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: alfredo aprile 2011   Dom Apr 10, 2011 2:15 pm

Il Signore è bontà e misericordia

Grazie alla fede, ogni cosa che appartiene alla nostra esistenza diventa imperitura. Il racconto della risurrezione di Lazzaro è un insegnamento sulla fede, che ci è ancora più necessaria dell'aria per vivere. Infatti, è la vita, e non la morte, il vero centro di questo brano.

( p. Roberto Beccarelli )

Like a Star @ heaven alfredo Like a Star @ heaven

_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 93
Località : zena

MessaggioOggetto: da enzo ....... stamani   Sab Feb 04, 2012 11:51 am

mi pare che queste invocazioni siano più che adatte ad indurci a pensieri profondi.

Like a Star @ heaven Like a Star @ heaven Like a Star @ heaven
Fratelli, il Padre buono che è nei cieli riserva a ciascuno di noi l’esperienza della vera salvezza: abitare nella sua casa per sempre, ricolmi di felicità e grazia.

O Dio che ci riunisci attorno a te, non far mancare alla tua chiesa uomini santi e generosi e suscita in essa la voce della profezia e della misericordia.

O Dio che dai la vera pace, guarda i tuoi figli che soffrono e che lottano per un mondo migliore: fà che dalla loro offerta rifioriscano la giustizia e l’amore.

O Dio che gradisci il sacrificio del cuore, purifica i nostri atti nel fuoco della tua carità: rendici solidali a Cristo e ai fratelli.

O Dio che ti commuovi per il tuo popolo: assisti chi nasce e chi muore, illumina chi ha perso ogni ideale, conforta chi è abbattuto, insegna a tutti la tua verità.

O Dio che abbracci l’universo: donaci un cuore che sappia discernere la tua volontà e la forza di viverla con serenità.

Per chi sente il bisogno di raccogliersi in disparte a meditare.

Per chi sta cercando la propria strada nella vita.

Padre celeste, abbiamo fatto giungere a te la nostra voce, uniti all’unico sacrificio di Cristo e confidenti nella potenza del tuo nome.
silent silent silent
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 93
Località : zena

MessaggioOggetto: da patrizia ...... stamani   Sab Feb 18, 2012 2:04 pm

Like a Star @ heaven Like a Star @ heaven Like a Star @ heaven
« È bello per noi stare qui »
Ecco il Sole di cui parla il profeta: «Il sole non sarà più la tua luce di giorno, né ti illuminerà più il chiarore della luna, ma il Signore sarà per te luce eterna, il tuo Dio sarà il tuo splendore» (Is 60,19). Ecco questa luce eterna che risplende per te sul volto del Signore. Odi la voce del Signore, contempli il suo volto splendente, e diventi come il sole. Infatti riconosciamo una persona dal suo volto, e riconoscerlo è come esserne illuminati. Quaggiù credi nella fede; lassù lo riconoscerai. Qui afferralo con l'intelligenza; là ne sarai afferrato. Qui vedi «come in uno specchio», là vedrai «faccia a faccia» (1 Cor 13,12)... Allora sarà compiuto il desiderio del profeta: «Su di noi faccia splendere il suo volto» (Sal 66,2)... In questa luce, ti rallegrerai senza fine; in questa luce, camminerai senza fatica. In questa luce, vedrai la luce eterna.

Pietro il Venerabile (1092-1156), abate di Cluny, Discorso 1 sulla Trasfigurazione ; PL 189, 959

Wink Wink Wink
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: MEDITAZIONI   

Tornare in alto Andare in basso
 
MEDITAZIONI
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 7 di 8Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente
 Argomenti simili
-
» Meditazione e Meditazioni guidate ❖ Vulvodinia.info

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Preghiera Insieme :: CIELO :: meditazioni-
Andare verso: