Preghiera Insieme

Il posto dove la terra è più vicina al cielo....
 
IndiceCalendarioFAQCercaLista utentiGruppiRegistrarsiAccedi

Condividere | 
 

 MEDITAZIONI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente
AutoreMessaggio
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 92
Località : zena

MessaggioOggetto: Quaresima 2009 - 17   Ven Mar 13, 2009 11:56 am

:]]]:
13 marzo
1 Corinzi 3,19 - "La sapienza di questo mondo è stoltezza davanti a Dio".
Ma per andare a Dio la strada non è quella della sapienza umana, della ragione, bensì quella del cuore arricchito dai dati di una ragione non presuntuosa e liberato dai preconcetti di un ridotto umanesimo. Vado a Dio, ma non è una contraddizione, su un tracciato che Lui stesso mi indica (vangelo). Mi compete di spiccare il volo verso Dio solo nella misura in cui Dio mi ha raggiunto. Equilibrio è integrazione di umano e divino.
:§§§:
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 92
Località : zena

MessaggioOggetto: Quaresima 2009 - 18   Sab Mar 14, 2009 12:15 pm

:]]]:
14 marzo
1 Corinzi 4,12-13 - "Insultati, benediciamo; perseguitati, sopportiamo; (...) siamo diventati spazzatura del mondo, il rifiuto di tutti".
Con Paolo, però noi facciamo le bizze, ci offendiamo, ci sentiamo sminuiti se siamo criticati. Sì, dici bene, ma non è sempre così perché se i monsignori sono gelosi e golosi dei loro titoli, in realtà non piace a nessuno di essere disprezzato. Io posso anche avere paletta e scopino, ma io, non gli altri per me: capisci la differenza? Devo vivere come gli onesti conduttori di cani, con l'occorrente per raccogliere le cacche.
:§§§:
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 92
Località : zena

MessaggioOggetto: Quaresima 2009 - 19   Dom Mar 15, 2009 4:22 pm

:]]]:
15 marzo
1 Corinzi 9,16 – “Non è per me un vanto predicare il vangelo: è un dovere per me: guai se non predicassi il vangelo”.
San Paolo mi mette a nudo, mi scortica nella mia criticità di fronte alle istituzioni, alla chiesa, mi dice continuamente che non devo predicare il mio vangelo, ma quello di Cristo, quello vero, senza i miei ritocchi, con una fede disarmata, da obbediente. Lo Spirito ha i suoi ghirigori che non mi è dato di comprendere (la Chiesa è sempre un problema), solo la salvezza che Cristo porta è certezza. E questa è la notizia bella che devo far conoscere.
:§§§:
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 92
Località : zena

MessaggioOggetto: Quaresima 2009 - 20   Lun Mar 16, 2009 11:22 am

:]]]:
16 marzo
1 Corinzi 9,22 - "Mi sono fatto debole con i deboli, per guadagnare i deboli".
Mettermi a fianco, non prevaricare, accompagnare, rispettare il percorso di ognuno, magari stimolando a non segnare il passo più del dovuto, incoraggiando e non giudicando, fare pressione con la delicatezza dovuta, disinnescare la pigrizia, dire la giustizia e la bellezza del diventare discepoli, con la serena sicurezza di trovarci, io e i deboli, sotto l'ala protettiva di un Dio che vuole solamente il bene. Questa è la scelta degli ultimi da porre al primo posto.
Like a Star @ heaven
SIA SANTIFICATO IL TUO NOME, NON IL MIO. VENGA IL TUO REGNO, NON IL MIO. SIA FATTA LA TUA VOLONTA', NON LA MIA. DONAMI PACE CONTE, PACE CON GLI ESSERI UMANI, PACE CON ME STESSO E LIBERAMI DALLA PAURA. Così ti prego.
:§§§:
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 92
Località : zena

MessaggioOggetto: Quaresima 2009 - 21   Mar Mar 17, 2009 11:09 am

:]]]:
17 marzo
1 Corinzi 10,31 - "Sia che mangiate sia che beviate sia che facciate qualsiasi cosa, fate tutto per la gloria di Dio".
Dio non è una parentesi domenicale, Dio è l'amore nel quale viviamo la nostra vita. Ogni azione che porta il sapore di Lui dà frutti, anche se non sappiamo esattamente come. Questa è la creazione espansa, lo spirito del tutto "è buono" di quel primo giorno, da cui scaturisce la realtà positiva della vita. Il mangiare e il bere, il far l'amore e il vivere simpatico che aggrazia la vita, sono per la gloria di Dio.
:§§§:
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 92
Località : zena

MessaggioOggetto: Quaresima 2009 - 22   Mer Mar 18, 2009 11:04 am

:]]]:
18 marzo
1 Corinzi 12,4 - "Vi sono diversità di carismi, ma uno solo è lo Spirito; diversità di ministeri, ma uno solo è il Signore".
Devo far bene quello che so fare, rendere ragione delle qualità e dei doni ricevuti, non accantonarli, non rinunciare, non dire "io sono un buono a nulla", ma io non so fare delle cose, perché ho qualità che altri non hanno e che Dio ha dato unicamente a me. Devo convincermi che non è superbia, ma riconoscimento della fantastica bontà di Dio a mio riguardo.
:§§§:
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 92
Località : zena

MessaggioOggetto: Quaresima 2009 - 23   Gio Mar 19, 2009 12:10 pm

:]]]:
19 marzo
1 Corinzi 13,12 - "Ora vediamo come in uno specchio, in maniera confusa, allora vedremo faccia a faccia".
Molto personale. Aspetto quel momento, non solo per la curiosità operosa che Dio ha stimolato dopo i 28 anni quando, uscito da una formazione appiattita e buttato nella mischia dei giovani e della gente, mi ha afferrato, ma perché in quella mischia ho conosciuto passo dopo passo uno splendore in avvicinamento, una turbolenza che non mi ha fatto smettere di cercare e di pregare.
:§§§:
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 92
Località : zena

MessaggioOggetto: Quaresima 2009 - 24   Ven Mar 20, 2009 11:04 am

:]]]:
20 marzo
1 Corinzi 15,1 - "Vi rendo noto il vangelo che vi ho annunziato e che avete ricevuto, nel quale restate saldi".
La buona notizia è l'unica notizia che ogni giorno vorrei leggere su Repubblica assieme alle notizie dello svirgolamento umano, a fare da pendant alle bassezze per cui c'è, nonostante tutto, qualcosa di bello che vale la pena di tenere nel portafoglio assieme all'immaginetta di Maria, la madre delle cose belle e impegnative.
:§§§:
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 92
Località : zena

MessaggioOggetto: Quaresima 2009 - 25   Sab Mar 21, 2009 10:43 am

:]]]:
21 marzo
2 Corinzi 1,24 - "Non intendiamo far da padroni sulla vostra fede; siamo invece i collaboratori della vostra gioia".
Mi chiedo quale sia la differenza tra il rispetto e l'amore, tra la verità riconosciuta senza dubbi e la necessità di farla conoscere, tra la debolezza della carne e la forza dello spirito, tra la gioia che si vuole donare e la resistenza che ad essa si oppone.
Esiste una dittatura dolce? Quanto si può obbligare verso la verità? A che prezzo la verità è obbligante?
Su 'Il Secolo XIX' faccio fatica a capire e 'Porta a porta' illanguidisce la verità.
:§§§:
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 92
Località : zena

MessaggioOggetto: Quaresima 2009 - 26   Dom Mar 22, 2009 2:53 pm

:]]]:
22 marzo
2 Corinzi 3,2 - "La nostra lettera siete voi, lettera scritta nei nostri cuori, conosciuta e letta da tutti gli uomini".
Paolo è uomo in cui non c'è dolo, bugiarderia; non c'è finzione o raggiro, le sue parole generose e abbondanti non sono vacue perché combaciano con le sue azioni. Parole vere a persone vere. Non è un politico e neppure un manipolatore: ama veramente la gente che incontra, la ama per il bene che vuole trasmettere, perché sia partecipe della sua gioia.
:§§§:
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 92
Località : zena

MessaggioOggetto: Quaresima 2009 - 27   Lun Mar 23, 2009 10:23 am

:]]]:
23 marzo
2 Corinzi 4,5 - "Quanto a noi siamo i vostri servitori per amore di Gesù".
Come Giovanni Battista si ritira di fronte a Gesù, anche Paolo come discepolo si dimentica per il bene degli altri, si fa servitore senza badare a se stesso: il suo interesse è dire la bellezza della verità di cui Cristo l'ha colmato. Ha individuato lo scopo della sua vita. Servire è il suo titolo di onore, un po' diverso dai camerieri dei signori.
:§§§:
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 92
Località : zena

MessaggioOggetto: Quaresima 2009 - 28   Mar Mar 24, 2009 10:43 am

:]]]:
24 marzo
2 Corinzi 4,18 - "Le cose visibili sono di un momento, quelle invisibili sono eterne".
Lui già intravede l'invisibile, se ne può parlare con questa scioltezza. L'esperienza di Dio prende tutta la persona e la trasporta in un mondo di anticamera, di attesa e di desiderio. L'oggi non è fine a se stesso, l'oggi può anticipare la pienezza per questi segmenti di splendore che la segnano. Siamo "nell'attesa della beata speranza..."

LA RIVELAZIONE E' AVVENUTA ATTRAVERSO LA STORIA. CONTIENE UN MESSAGGIO CHE RISULTA DA EVENTI POLITICI, ECONOMICI, PERSONALI E NON TENDE A CONSEGNARE VERITA' DOGMATICHE, BENSI' A MOSTRARE LE GESTA DI DIO A FAVORE DI UOMINI E DONNE (Enzo Bianchi).
:§§§:
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 92
Località : zena

MessaggioOggetto: che scherzo è???   Dom Apr 05, 2009 6:40 pm

affraid affraid affraid affraid affraid
ma dove sono finiti i miei ultimi 11 giorni?????????
affraid affraid affraid affraid affraid
e io lo ripristinoooooo Exclamation
tongue tongue tongue

Like a Star @ heaven flower Like a Star @ heaven
25 marzo
2 Corinzi 5,20 – “noi fungiamo da ambasciatori per Cristo. In nome suo vi supplichiamo: lasciatevi riconciliare con Dio”.
Non perché cristiani siamo automaticamente riconciliati. Cristo non è una macchinetta di disinfestazione. Cristo è colui che si rapporta con l’uomo e la donna come tali, ne comprende la fragilità ed offre lo spiraglio di pacificazione. Chiede solo di avere l’umiltà di chiedere. Paolo supplica con un appello accorato di andare a Dio attraverso Cristo: la porta di Dio è aperta, sempre…
flower
26 marzo
2 Corinzi 6,1 – “Vi esortiamo a non accogliere invano la grazia di Cristo”.
«Dio, posso solo lodarti per la tua vicinanza, per la luce che illumina la notte. Ti lodo per il mistero che hai fatto germogliare in questo mondo. Ti lodo perché posso contemplarti nel volto di Gesù Cristo, mio e nostro fratello. Dio, ti chiedo che non venga mai meno la mia fiducia, che io sappia rosolare la mia povera vita nella tua grazia». Preghiera di non so chi.
flower
27 marzo
Galati 5,14 – “Tutta la legge trova la sua pienezza in un solo precetto: amerai il prossimo tuo come te stesso”.
Amare il diverso e la diversa, amare il disgraziato, lo sfortunato, il fallito, amare il povero e l’imbelle, amare chi ha qualche rotella in meno o non in fila, amare il calunniatore e il bestemmiatore… Amarlo perché non so come mai al suo posto non ci sono io. In questo amore sta la tenerezza di Dio e non c’è posto per lo sgarbo umano. Qui è la differenza.
flower
28 marzo
Galati 5,22 – “Il frutto dello Spirito è amore, gioia, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mitezza, dominio di sé”.
La conoscenza di Dio produce l’amore e Gesù ci ha abilitato a conoscerlo. L’amore è il primo dei frutti dello Spirito Santo. Dove questo non avviene, la Scrittura è lettera morta, lo Spirito non soffia, non c’è vera conoscenza né di Dio né di Cristo. Questa è la vecchia prova del 9, infallibile.
flower
29 marzo
Efesini 4,1 – “Vi esorto io, prigioniero del Signore, a comportarvi in maniera degna della vocazione che avete ricevuto”.
Paolo è in prigione per la nobile causa di Cristo, potrebbe dire la mia parte l’ho fatta, avanti un altro, e invece coriaceo non demorde. Penso ai monaci tibetani che si sono fatti massacrare, e credo che Paolo, ma prima Gesù, sarebbe fiero di loro. Morire non per un’idea, ma per un valore. La prigionia politica, la morte sono espressioni estreme di una libertà appassionata, la libertà positiva che ci fa partecipi della libertà di Dio…
Like a Star @ heaven
Letto da qualche parte: AI POPOLI DELLA FAME HANNO RAQCCONTATO, DAI LORO PALAZZI, I LORO SOFISTICATI MENU’ DELLE CENE DI LAVORO. HANNO SPORCATO DI BRICIOLE D’ELEMOSINA LA FAME DEI POPOLI. L’HANNO CHIAMATA GIUSTIZIA.
flower
30 marzo
Efesini 4,6 – “Un solo Dio Padre di tutti, che è al di sopra di tutti, agisce per mezzo di tutti ed è presente in tutti”.
Dice lo psicanalista Jung che l’esistenza di Dio non dipende dalla nostra capacità di fornirne le prove. E allora prima di guardare il Cristo in croce bisogna adorare lo sguardo con cui lui guarda noi. Lo sguardo di Cristo, qualunque sia lo stile della croce, è lo sguardo di Dio, di un Padre. Dio è l’unico che non fa differenze. Dio è per tutti e di tutti.
flower
31 marzo
Efesini 4,32 – “Siate benevoli gli uni verso gli altri, misericordiosi, perdonandovi a vicenda come Dio ha perdonato a voi in Cristo”.
«Sii il benvenuto, prezioso ospite! Tu non hai disprezzato il peccatore e vieni a me nella miseria in cui mi trovo:come posso ringraziarti adeguatamente?» Così Lutero in un suo commento. Niente può arrestare l’amore: da sempre si innalza liberamente e per sempre continuerà il suo volo. Riconoscere questa sublimità ci fa essere sublimi.
flower
1 aprile
Efesini 6,1 – “Rivestitevi dell’armatura di Dio, per poter resistere alle insidie del diavolo”.
«Cristo, perdonaci se abbiamo amato noi stessi più di Dio, se abbiamo amato per abitudine, se abbiamo vissuto con noia, se abbiamo preferito l’utile, se abbiamo idolatrato la forza, se abbiamo adulato i potenti, se abbiamo trascurato i poveri, se abbiamo taciuto per viltà». Adriana Zarri è una vecchia signora che si è fatta monaca, vive in un casolare abbandonato cin il breviario e le galline, una strana contemplativa.
flower
2 aprile
Efesini 1,3 – “Benedetto sia Dio, Padre del Signore nostro Gesù…”
«E’ un discorso semplice e breve: perché dovrei preoccuparmi di me stessa? Non è affare mio pensare a me, ma è affare mio pensare a Dio. Perché il pensare a me è affare di Dio». Così Simone Weil al termine del suo itinerario umano spirituale.
flower
3 aprile
Filippesi 2,3 – “Non fate nulla per spirito di rivalità o per vanagloria, ma ciascuno consideri gli altri superiori a se stesso”.
Vorrei essere capace di pregare così: “Mio Signore e mio Dio, togli tutto ciò che mi trattiene da te; dammi tutto ciò che mi spinge verso di te; toglimi a me stesso e dammi interamente a te”. Ma c’è sempre qualcosa (tanto) di quel ‘tutto’ che imbroglia la matassa: la non assoluta fiducia in te e il dubbio sugli altri.
flower
4 aprile
Filippesi 2,5 – “Abbiate in voi gli stessi sentimenti che furono in Cristo Gesù…”
Quando Gesù guardava il volto di un uomo, di una donna, vi scorgeva il volto di un fratello, di una sorella. Se non riusciamo a fare questo, il giorno non spunta mai, è sempre notte. O Dio lo riconosciamo negli uomini e nelle donne, o non lo incontreremo mai. la Pasqua ci dona il volto dell’amore senza finzioni, senza restrizioni, senza vigliaccherie.
Like a Star @ heaven flower Like a Star @ heaven


Ultima modifica di lillo il Mer Apr 22, 2009 11:20 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 92
Località : zena

MessaggioOggetto: Quaresima 2009 - 40   Dom Apr 05, 2009 6:44 pm

Like a Star @ heaven flower Like a Star @ heaven
5 aprile
Filippesi 2,6 – “… il quale, pur essendo di natura divina, non considerò un tesoro geloso la sua uguaglianza con Dio …”
Non è dei doni, ma del Donatore che ho nostalgia, del mistero bello dello sdoppiamento di Dio che restando tale si materializza entrando nella vita creata da creatura per essere a fianco, fratello solidale, nella fatica quotidiana. Lì è l’inizio della misericordia.
Like a Star @ heaven flower Like a Star @ heaven
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 92
Località : zena

MessaggioOggetto: Quaresima 2009 - 41   Mar Apr 07, 2009 12:26 am

Like a Star @ heaven flower Like a Star @ heaven
6 aprile
Filippesi 2,7 – “… spogliò se stesso, assumendo la condizione di servo e divenendo simile agli uomini”.
Signore Gesù, sono debole e anche tu lo sei; sono uomo e anche tu lo sei. La mia grandezza viene dalla tua piccolezza umana, la mia forza dalla tua debolezza. Fammi correre verso di te. Signore che guarisci i malati, fortifichi i deboli, ridoni gioia ai cuori immersi nella tristezza. Voglio seguirti, Signore Gesù.
Like a Star @ heaven flower Like a Star @ heaven
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 92
Località : zena

MessaggioOggetto: Quaresima 2009 - 42   Mar Apr 07, 2009 10:44 pm

Like a Star @ heaven flower Like a Star @ heaven
7 aprile
Filippesi 4,4 – “Rallegratevi nel Signore , sempre. Ve lo ripeto ancora, rallegratevi”.
Alla fine della sofferenza non c’è più la sofferenza, ma la felicità senza fine. Già ora, nella difficoltà del vivere, sorrido perché la gioia bussa, preme. Aspetto, da tempo aspetto sempre: la certezza di quella felicità non è mai venuta meno.
Like a Star @ heaven
LA PASQUA E’ LA FONTE DELLA GIOIA CRISTIANA.
SIAMO CRISTIANI (= DI CRISTO) PERCHE’ CRISTO E’ RISORTO.
Like a Star @ heaven flower Like a Star @ heaven
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 92
Località : zena

MessaggioOggetto: Quaresima 2009 - 43   Mer Apr 08, 2009 11:39 am

Like a Star @ heaven flower Like a Star @ heaven
8 aprile
Tutti parliamo di speranza, parola misteriosa e promettente. I cristiani la modellano sulla Pasqua, vittoria sulla morte, su ogni tipo di morte, fisica e spirituale.
Siamo cristiani per dono inestimabile di Dio, e nella misura in cui liberamente lo accogliamo.
Solo liberamente, in quell’obbedienza a Dio che è prevalente, e non per tradizione, abitudine e paura siamo cristiani.
E’ la Pasqua che fa rifiorire il deserto, rianima le ossa inaridite, soffia ancora una volta l’alito di Dio sull’uomo e sulla donna e li rende capaci di pregustare il cielo mentre pestano la terra.
Gesù, l’uomo libero della Pasqua, liberato dai lacci della morte, chiama uomini e donne di buona volontà a costruire il Regno di giustizia, amore e pace, e a farne qui ora la città di Dio.
La fatica incombe, perché è una lotta contro interessi politici ed economici: Gesù è condannato in nome di Dio dall’avidità di potere del tempio. Ricordiamolo sempre: il tempio crolla, il Regno avanza. Dio conduce la storia, non il tempio, qualunque sia la sua affiliazione, cristiana, ebraica o musulmana.
Attraversiamo ancora sempre il deserto, fame e sete, labirinti …
E’ ancora sempre tempo e luogo di guardare a “Colui che hanno trafitto” … la speranza è necessaria più che mai.
(Don Piero - Genova Sampierdarena, 15 febbraio2009)
Like a Star @ heaven flower Like a Star @ heaven
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: don dolindo ruotolo : l'amore crocifisso   Lun Giu 22, 2009 11:06 am

Il nostro amore deve essere crocifisso:

nella mente, con le oscurità
nel cuore, con le aridità
nella vita, con le contrarietà
nell' onore, con le ingiustizie
nella dignità, con le umiliazioni
nelle persone care, con le ansietà
negli ideali, con i disinganni
nelle speranze, col vuoto
nelle preghiere stesse, con la sterilità
nell' apostolato, con l' insuccesso
nella carità, con l' ingratitudine
nel corpo, con i malanni
nella necessità, con la povertà
negli slanci dello spirito, col peso delle miserie.

Quando in questa completa crocifissione
l' anima crede
l' anima spera
l' anima ringrazia
l' anima rimane fedele a Dio
l' anima glorifica tutte le cose

allora essa Lo ama.

(sac. Dolindo Ruotolo 1882-1970)
flower

_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: il Curato d'Ars   Dom Giu 28, 2009 11:28 am

LA PREGHIERA
Per mostrarvi il potere della preghiera e le grazie che essa vi attira dal cielo, vi dirò che è soltanto con la preghiera che tutti i giusti hanno avuto la fortuna di perseverare. La preghiera è per la nostra anima ciò che la pioggia è per la terra. Concimate una terra quanto volete, se manca la pioggia, tutto ciò che farete non servirà a nulla. Così, fate opere buone quanto volete, se non pregate spesso e come si deve, non sarete mai salvati; perché la preghiera apre gli occhi della nostra anima, le fa sentire la grandezza della sua miseria, la necessità di fare ricorso a Dio; le fa temere la sua debolezza.

Il cristiano conta per tutto su Dio solo, e niente su se stesso. Sì, è per mezzo della preghiera che tutti i giusti hanno perseverato... Del resto, ci accorgiamo noi stessi che appena trascuriamo le nostre preghiere, perdiamo subito il gusto delle cose del cielo: pensiamo solo alla terra; e se riprendiamola preghiera, sentiamo rinascere in noi il pensiero e il desiderio delle cose del cielo. Sì, se abbiamola fortuna di essere nella grazia di Dio, o faremo ricorso alla preghiera, o saremo certi di non perseverare per molto tempo nella via del cielo.

In secondo luogo, diciamo che tutti i peccatori debbono, senza un miracolo straordinario che accade rarissimamente, la loro conversione soltanto alla preghiera. Vedete santa Monica, ciò che fa per chiedere la conversione di suo figlio: ora essa è al piede del suo crocifisso a pregare e piangere; ora si trova presso persone che sono sagge, per chiedere il soccorso delle loro preghiere. Guardate lo stesso sant'Agostino, quando volle seriamente convertirsi... Si, per quanto fossimo peccatori, se avessimo fatto ricorso alla preghiera e se pregassimo come si deve, saremmo sicuri che il buon Dio ci perdonerebbe.

Ah!, fratelli miei, non meravigliamoci del fatto che il demonio fa tutto ciò che può per farci tralasciare le nostre preghiere, e farcele dire male; è che capisce molto meglio di noi quanto la preghiera è temibile nell'inferno, e che è impossibile che il buon Dio possa rifiutarci ciò che gli chiediamo per mezzo della preghiera...

Non sono né le lunghe né le belle preghiere che il buon Dio guarda, ma quelle che si fanno dal profondo del cuore, con un grande rispetto ed un vero desiderio di piacere a Dio. Eccovene un bell'esempio. Viene riferito nella vita di san Bonaventura, grande dottore della Chiesa, che un religioso assai semplice gli dice: «Padre, io che sono poco istruito, lei pensa che posso pregare il buon Dio e amarlo?».
San Bonaventura gli dice: «Ah, amico, sono questi principalmente che il buon Dio ama di più e che gli sono più graditi». Questo buon religioso, tutto meravigliato da una notizia così buona, va a mettersi alla porta del monastero, dicendo a tutti quelli che vedeva passare: « Venite, amici, ho una buona notizia da darvi; il dottore Bonaventura m'ha detto che noi altri, anche se ignoranti, possiamo amare il buon Dio quanto í dotti. Quale felicità per noi poter amare il buon Dio e piacergli, senza sapere niente!».

Da questo, vi dirò che non c'è niente di più facile che i1 pregare il buon Dio, e che non c'è nulla di più consolante.
Diciamo che la preghiera è una elevazione del nostro cuore verso Dio. Diciamo meglio, è il dolce colloquio di un bambino con il padre suo, di un suddito con il suo re, di un servo con il suo padrone, di un amico con il suo amico, nel cui cuore depone i suoi dispiaceri e le sue pene.
(San Givanni Maria Vianney, Omelia per la V domenica dopo Pasqua)

_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
lillo

avatar

Messaggi : 699
Data d'iscrizione : 06.01.09
Età : 92
Località : zena

MessaggioOggetto: Solennità di Cristo Re   Dom Nov 29, 2009 1:49 am

Orazione
Dio onnipotente ed eterno, che hai voluto rinnovare
tutte le cose in Cristo tuo Figlio, re dell'universo,
fa' che ogni creatura, libera dalla schiavitù del peccato,
ti serva e ti lodi senza fine. (dalla Liturgia)

Segnato col Sigillo di Cristo, devo essere costruttore del suo Regno.
La mia carità discreta ma effettiva, sia per i fratelli un invito a
camminare sulle orme di Cristo e a diventare suoi discepoli.


La festa di Cristo Re nella Chiesa Cattolica indica un ricordo particolare di Gesù Cristo visto come re di tutto l'universo.
Questa festa fu introdotta da Papa Pio XI, con l'enciclica "Quas primas" dell'11 dicembre 1925.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
marcella

avatar

Messaggi : 18
Data d'iscrizione : 08.01.09

MessaggioOggetto: Re: MEDITAZIONI   Lun Gen 18, 2010 12:03 am

flower flower flower flower flower flower flower flower flower [center][url][/url][b

Carlo Maria Martini

Le ali della libertà

L'uomo in ricerca e la scelta della fede

Carissimi, ho appena finito di leggere questo libro; ve ne voglio proporre un. piccolo stralcio.
................

Il tempo per ogni creatura umana è un tempo breve, urgente, che passa e non torna.E in questo tempo fugace si gioca la riuscita della nostra vita, l'eternità, la nostra scelta per sempre.
Un tempo breve, urgente, anche per il mondo che cambia intorno a noi.
La Parola di Dio ci richiama a una dimensione essenziale del vivere,:
la dimensione della provvisorietà, il vivere da pellegrini, anzi da nomadi, come anche Pietro ribadisce nella sua prima lettera ai capitoli 1 e 2.
Pellegrini ogni giorno, Forestieri in ogni luogo. Nomadi che ogni mattina levano la tenda e ogni sera la ripiantano, finchè ci sarà data una casa stabile, una dimora per sempre.
Vivere lo spazio e il tempo da nomadi è un puro atto di umiltà. E' finalmente percepirsi piccoli di fronte all'Universo e quindi non crederci mai degli "arrivati".
Nomadi. Questa è la condizione reale, oggettiva, di ognuno di noi, di ogni famiglia. di tutti su questa terra.Ma siamo capaci di vivere così? Viviamo come pellegrini o come gente arrivata, sistemata?Come forestieri o come gente che ha messo qui le radici, come se non dovesse mai più andare via? Come zingari in una tenda, o come signori che cercano solo di stare bene, comodi, tranquilli, senza pensare al tempo che passa, al bene che resta, ai fratelli che tendono la mano?
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: da Giovanni, giugno 2010   Dom Giu 27, 2010 12:46 pm

“Le volpi hanno le loro tane e gli uccelli del cielo i loro nidi, ma il Figlio dell’uomo non ha dove posare il capo (Lc 9, 58)”.

Le tane e i nidi sono i luoghi deputati alla creazione della famiglia. E’ un invito esplicito ai suoi discepoli al celibato, scelta radicale e totale, senza appoggi umani e materiali. La vera dimora dell’apostolo è la peregrinazione, che fa del mondo intero la sua casa.



Like a Star @ heaven Giovanni Like a Star @ heaven


_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: da Giovanni, giugno 2010   Dom Giu 27, 2010 1:06 pm

“Egli ha preso le nostre infermità e si è addossato le nostre malattie (Mt 8,17)”. Il riferimento è alla figura del Servo sofferente di Isaia 53,4. COME LUI, il nostro modello, ANCHE NOI. Non ci sono altre parole da pronunciare.


Like a Star @ heaven GIOVANNI Like a Star @ heaven

_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: da Giovanni, giugno 2010   Dom Giu 27, 2010 1:27 pm

“Ma voi chi dite io sia? (Lc 9,20)”.
I discepoli sono chiamati “voi”, in netta distinzione dalla folla. La loro risposta su Gesù sarà dunque la risposta della comunità dei discepoli. Il “voi” è dunque ecclesiale e la risposta a questa domanda fa la chiesa.
E Pietro nel rispondere: “Il Cristo di Dio” esprime la fede della chiesa.

Like a Star @ heaven GIOVANNI Like a Star @ heaven


_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
patrizia
Admin
avatar

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 04.01.09
Età : 58
Località : napoli

MessaggioOggetto: da Giovanni, giugno 2010   Dom Giu 27, 2010 1:37 pm

“La vita non vale più del cibo e il corpo più del vestito? (Mt 6,25)”.
Il cibo e il vestito sono semplici mezzi, L’uomo stolto li crede fini, per cui si affanna ad accumulare.
Dice invece Qoelet (5,11): “La sazietà del ricco non lo lascia dormire”.
Cibo e vestito sono invece un dono per entrare in comunione con il Donatore.



Like a Star @ heaven Giovanni Like a Star @ heaven


_________________
"Io ti segno le ore, tu riempile d'amore" (Meridiana di Assisi)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://preghierainsieme.forumattivo.com
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: MEDITAZIONI   

Tornare in alto Andare in basso
 
MEDITAZIONI
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 8Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente
 Argomenti simili
-
» Meditazione e Meditazioni guidate ❖ Vulvodinia.info

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Preghiera Insieme :: CIELO :: meditazioni-
Andare verso: